Dipende da te, se ci saremo alle prossime elezioni

Noi di MOVIMENTA siamo al lavoro con Emma Bonino e Radicali Italiani – e gli altri promotori – per presentarci insieme alle prossime elezioni politiche con la lista +Europa.

Per esserci, però, abbiamo bisogno di un gesto da parte tua che faccia la differenza.

firme per potersi presentare alle elezioni. Stiamo parlando di circa 50 mila firme su tutto il territorio nazionale, poco meno di un migliaio per ognuno dei 63 collegi elettorali plurinominali e che saranno pronti non prima di metà dicembre. Ciò significa, nell’ipotesi di elezioni a marzo, che avremo pochissime settimane – tra metà dicembre e fine gennaio – per raccogliere tutte queste firme. ATTENZIONE: le firme andranno raccolte su carta (non è possibile una raccolta online) nelle varie località e dovranno essere autenticate.

Questa, quindi, è una mappatura preliminare e serve a capire chi è disposto ad aiutarci e dove. Vale a dire, chi è disposto a firmare, autenticare e raccogliere le firme e in quale località si trova. Solo così capiremo come, assieme a Radicali Italiani, organizzare al meglio la raccolta vera e propria delle firme.

Si tratta di uno sforzo enorme, che richiede organizzazione e disponibilità da parte di tutti coloro che credono in questa impresa.

Cosa puoi fare tu concretamente?

  1. Dai sin d’ora la tua disponibilità a firmare e consentirci così di raccogliere le firme necessarie per poter presentare la lista e partecipare alle elezioni.
  2. Nel caso in cui tu sia amministratore locale, notaio, giudice di pace, avvocato cassazionista o rientri in una delle figure previste dalla legge, dai sin d’ora la tua disponibilità a autenticare – quando sarà il momento – la raccolta delle firme.
  3. Offri la tua disponibilità di tempo per raccogliere le firme sul tuo territorio.
  4. Fai una donazione, anche di pochi euro, con cui sostenere la nostra iniziativa.
Vuoi dare sin d’ora la tua disponibilità a firmare e consentirci così di raccogliere le firme necessarie per poter presentare la lista e partecipare alle elezioni?
    Acconsento al trattamento dei miei dati, anagrafici, di recapito e anche idonei a rivelare le mie opinioni politiche, per ricevere comunicazioni via email e sms personalizzate sulla base delle materie politiche di mio interesse
Sei un amministratore locale, notaio, giudice di pace, avvocato cassazionista o rientri in una delle figure previste dalla legge e vuoi dare sin d’ora la tua disponibilità ad autenticare – quando sarà il momento – la raccolta delle firme?
    Acconsento al trattamento dei miei dati, anagrafici, di recapito e anche idonei a rivelare le mie opinioni politiche, per ricevere comunicazioni via email e sms personalizzate sulla base delle materie politiche di mio interesse
Vuoi proporre di costituire un comitato locale che aiuti con la raccolta delle firme e, in caso, con la campagna elettorale?
    Acconsento al trattamento dei miei dati, anagrafici, di recapito e anche idonei a rivelare le mie opinioni politiche, per ricevere comunicazioni via email e sms personalizzate sulla base delle materie politiche di mio interesse
Vuoi fare una donazione, anche di pochi euro, con cui sostenere la nostra iniziativa?
  • 0,00 €
    Acconsento al trattamento dei miei dati, anagrafici, di recapito e anche idonei a rivelare le mie opinioni politiche, per ricevere comunicazioni via email e sms personalizzate sulla base delle materie politiche di mio interesse

Leggi le FAQ per saperne di più

Senza il tuo aiuto, tutto ciò resterà solamente un auspicio. Per questo ti chiediamo un gesto, magari piccolo per te ma per noi estremamente prezioso: dona la tua firma e aiutaci così a presentarci alle elezioni. Non ti stiamo chiedendo di iscriverti a un partito, e nemmeno di darci un voto. Ma di esercitare un tuo diritto civico per non limitare, come vorrebbe la legge elettorale che è stata appena approvata, la possibilità di scelta.

Perché aiutarci?

Come Movimenta, vogliamo dare un volto a tutti i giovani lavoratori invisibili che sono costretti a vivere di contrattini senza tutele, sostenere i creativi e gli innovatori nei loro progetti imprenditoriali, assicurarci che i lavoratori cinquantenni non si ritrovino a casa a tempo indeterminato senza più sapere come mantenere i figli. Vogliamo servizi pubblici veloci e leggeri, adeguati ai bisogni e a tempi dei cittadini di oggi, una scuola e un’università che preparano al mondo di domani, un’Europa che ci aiuti a preservare e ampliare le conquiste della modernità e a dare a tutti gli italiani più opportunità.

  • Intendiamo ricambiare la tua fiducia impegnandoci per più diritti, più libertà, più democrazia. E per fare in modo che il sentimento più diffuso – anzitutto tra i giovani – smetta di essere la paura del futuro.
  • Immagina per un istante quest’Italia aumentata, terra di opportunità per tutti, dove ciascuno è in grado di portare avanti il suo progetto e alla fine trova il proprio posto nella società.
  • Un’Italia coesa, terra di cittadini responsabili e attenti agli altri, amministrata da politici affidabili e in grado di ricomporre le fratture della società.
  • Un’Italia avanguardia, terra di innovatori nell’economia e nel sociale, dove il lavoro assicura l’ancoraggio di ciascuno ad una società in costante evoluzione.
  • Un’Italia di prossimità, con servizi pubblici che semplificano la vita ai cittadini e una scuola che prepara al domani, e dove lo sviluppo locale diventa lo strumento per incoraggiare lo spirito di intraprendenza, garantire più diritti, rimuovere ogni forma di isolamento.

NOI CREDIAMO CHE QUEST’ITALIA SIA ANCORA POSSIBILE, MA CHE NON SIA PIÙ POSSIBILE SENZA EUROPA. Senza un’Europa che tutela la diversità, che investe in ricerca e cultura, che impedisce i monopoli, che contrasta le mafie, che ambisce a diventare il luogo più sostenibile del Pianeta.

PERCHÉ SOLO CON PIÙ EUROPA POTREMO GOVERNARE FENOMENI CHE NON CONOSCONO FRONTIERE, dai cambiamenti climatici all’immigrazione, dal contrasto alla criminalità all’impatto che le nuove tecnologie avranno sulla vita di ognuno di noi.

Il momento migliore per costruire quest’Europa è stato 25 anni fa. Quando abbiamo avviato un progetto politico che andava oltre il mercato comune e ripartiva dalla cittadinanza europea.

Anche per costruire più di questa Italia il momento migliore è stato 25 anni fa. All’indomani di Tangentopoli, quando ci siamo illusi di aver messo fine al familismo e alla concentrazione di potere nelle mani di pochi gruppi organizzati, e che saremmo diventati più aperti e più giusti.

ABBIAMO BISOGNO DEL TUO SOSTEGNO perché crediamo che il secondo miglior momento sia adesso. Perché è adesso che rischiamo maggiormente in termini di sfaldamento della società italiana e di affossamento definitivo del progetto europeo. Perché è adesso che la spinta reazionaria è forte e noi dobbiamo lavorare per ricreare fiducia e assicurare a ciascuno il diritto all’emancipazione.

PERCHÉ NESSUNO HA IL FUTURO GIÀ SCRITTO
NEPPURE TU